"Brutti e Cattivi": Gli ultimi saranno i primi?

image2.JPG
Regista: Cosimo Gomez

Anno: 2017

Durata: 87m

Genere: Commedia

Irrompe a Venezia 74, in sezione Orizzonti, l’opera prima di Cosimo Gomez "Brutti e Cattivi". Il Papero (Claudio Santamaria), un mendicante senza gambe, la Ballerina (Sara Serraiocco), la moglie senza braccia del Papero, il Merda (Marco D’Amore), un tossico rastafariano e Plissé (Simoncino), un rapper nano e scassinatore, mettono a segno un colpo milionario ai danni della mafia cinese. Niente sarà più come prima, gettando i protagonisti in un vortice di violenza e situazioni ai limiti del credibile (e della società).

Cosimo Gomez veste i panni del Nak Muay (thai boxer) che implacabile spappola il fegato dell’audience a colpi di tibia. Il film intrattiene, sorprende e fa ridere dall’inizio alla fine, senza mai perdere d’intensità e idee (complice l’intelligente durata di 87’). Il montaggio esalta uno storytelling non lineare, astuto nel mantenere altissima l’attenzione del pubblico con coraggiose frenate a due piedi e violente sterzate.

image3.JPG

Il numeroso cast è sempre convincente e a proprio agio nell’interpretare una notevole quantità di personaggi grotteschi ed insoliti senza mai cadere nel ridicolo, borderline tra caricatura e dramma. La regia è curatissima, più fresca del ponentino e non stanca mai. Efficace tanto nelle inquadrature fisse (ricercatissimi gli arredi e i piccoli dettagli che fanno la differenza), quanto nei movimenti di macchina che spesso offrono divertenti punti di vista. Sorprende la sequenza della rapina dal sapore ritchiano di Snatch. Incredibile e geniale quella di San Halloween. Durante la visione traspare il personalissimo sguardo dell'autore sulla realtà, proposta filmicamente in maniera credibile, fornendo ottimi spunti di riflessione allo spettatore. Per questo il suo stuolo di ultimi, storpi ed emarginati infami (perlopiù) romani funziona alla grande.

Brutti e Cattivi si fa dunque coraggiosamente spazio tra recenti pellicole italiane di successo come "Lo chiamavano Jeeg Robot", "Smetto quando voglio" e "Ammore e Malavita" (presentato ora a Venezia 74, ma che quasi sicuramente riscuoterà grandi consensi dal pubblico). Che sia nata una nuova exploitation all’italiana? “Era anche ora” mi verrebbe da rispondere, ma io sono di parte. Brutti e Cattivi e Sfrontati e Coraggiosi e Complimenti.

image4.JPG
Gradimento Autore: 7.9/10 (Interpretazione: 7,5/10; Regia: 8/10; Scenografia: 8/10)

Gradimento Amletico*: 7.2/10

Attori principali: Claudio Santamaria (Il Papero); Sara Sarraiocco (La Ballerina); Marco D'Amore (Il Merda); Simoncino (Plissè)

Paese: Italia, Belgio, Francia

Uscita nelle sale: giovedì 19 ottobre 2017

*Media tra gradimento del pubblico, critica e autore

*ALTRE RECENSIONI

MyMovies (3.5/5)

IMDb (5.4/10)

Cinematografo (3/5)